Il Portale degli Operatori Olistici

Medicina Quantistica, Naturopatia, Fiori Di Bach, Meditazione, Bowen, Arte Terapia, Psico Naturopatia, Autostima, Pedagogia e...

Bowtech, quante sedute occorrono e perché

8 maggio 2017

Come funziona una seduta di Bowtech

Una seduta di trattamento Bowtech, (Bowen) dura generalmente dai 15 minuti ai 45 minuti.

I movimenti sono dolci e delicati che provocano degli stimoli tessutali che a loro volta inducono un processo di auto guarigione.

Dopo una anamesi totale e completa, sia dal punto posturale che dal punto di vista psico emozionale, la persona viene fatta posizionare in posizione prona su un lettino.

sedute di bowtech
I movimenti e le procedure della tecnica Bowen possono essere applicati anche sopra i vestiti, se sono fini e leggeri.

Possono essere anche eseguiti in relazione a determinate situazioni sintomatologiche o di condizioni patologiche, anche con il soggetto seduto su una sedia.

La prima seduta è definita di riequilibrio, serve appunto a riequilibrare tutto il corpo.

Contatta il Dott. Gian Marco Piras

Nei giorni successivi il corpo darà dei segnali che, chi ha ricevuto il Bowtech, deve registrare e riferire all’operatore.

Questo affinché l’operatore Bowtech nelle sedute successive, possa somministrare le procedure più efficaci ed adatte per risolvere il problema.

I tocchi sono leggeri e dolci e come già detto, trasmetteranno degli input che verranno recepiti dai recettori del sistema nervoso e portati al cervello.

Ed e proprio nel cervello che la tecnica Bowtech (Bowen), stimola la capacità di auto guarigione che ogni copro possiede.

Ogni movimento nel Bowtech è intervallato da delle pause che vanno dai 2 minuti ai 5 minuti.

Alcune volte, a seconda dei casi, possono durare anche 10 minuti.

Queste pause sono necessarie affinchè il corpo inizi a reagire e a riequilibrarsi, danno il tempo necessario al cervello di elaborare il messaggio ricevuto e fornire una risposta.

Al contrario, in altre tecniche manuali dove l’operatore crea determinate correzione sulle strutture neuromuscolari, con il Bowtech il corpo viene sollecitato ad auto correggersi ed auto guarire, attraverso dei minimi e dolci movimenti manuali.

Alla fine della seduta si percepisce un diffuso benessere psico fisico emotivo, un riequilibrio della postura, oltre naturalmente al miglioramento della sintomatologia per la quale è stato effettuato il trattamento Bowen.

bowtech benessere
La risposta al Bowtech è soggettiva, sia nei tempi, nei modi che nelle priorità.

Il consiglio è quello di sottoporsi al trattamento Bowtech non appena si è avuto un trauma o un problema.

Perché il corpo non ha il tempo di attuare i processi di difesa e di compensazione e rendere cosi la guarigione molto più veloce.

Infatti la tecnica di Bowen viene utilizzata dagli sportivi per risolvere in tempi brevissimi le eventuali lesioni.

Non a caso la tecnica è nata proprio osservando il modo in cui venivano trattati i giocatori di football infortunati.

Molto spesso 5 o 6 sedute sono sufficienti per alleviare e risolvere definitivamente la maggior parte dei problemi e disturbi.

Ma come detto prima, poiché i corpi non sono uguali e quindi la risposta è soggettiva, in alcuni casi si risolvono anche in 2 3 sedute, mentre altri hanno bisogno di più sedute.

Una cosa è certa: la tecnica Bowen risolve molte problematiche, siano esse di natura strutturale piuttosto che funzionale, senza l’utilizzo di medicinali.

Il Bowtech è la tecnica giusta per risolvere i problemi

Lascia un commento