Il Portale degli Operatori Olistici

Medicina Quantistica, Naturopatia, Fiori Di Bach, Meditazione, Bowen, Arte Terapia, Psico Naturopatia, Autostima, Pedagogia e...

Shiatsu, quando nasce e dove viene riconosciuta

I benefici dello Shiatsu

Nella prima metà del ‘900 Tokujiro Namikoshi (1905-2000) sperimentò e codificò un tipo di trattamento manuale, che chiamò Shiatsu (pressione con il dito).

Lo Shiatsu nasce dal desiderio di aiutare sua madre, che soffriva di reumatismi.

Tokujiro Namikoshi infatti, dall’età di 7 anni cominciò a farle delle pressioni con le mani sui punti dolenti e con grande stupore, si accorse che queste le portavano dei benefici.

Crescendo, studiò e si perfezionò per ottenere una tecnica che fosse veramente efficace e con dei percorsi di trattamento ben precisi.

Nel corso degli anni Tokujiro Namikoshi ha fondato la scuola Japan Shiatsu College e formato numerosi maestri.

shiatsu

Tokujiro Namikoshi con Muhammad Ali

Alcuni dei quali con il passare del tempo, si sono discostati dalla tecnica originale e hanno fondato delle scuole proprie.

La famiglia però, cominciando da suo figlio Toro Namikoshi, si è impegnata a mantenere l’originalità della tecnica senza contaminazioni.

Tanto che in tutto il mondo sono nate scuole di Shiatsu Namikoshi riconosciute dal Japan Shiatsu Association e dalla International Japan Association, anch’essi fondati direttamente da Tokujiro Namikoshi.

L’efficacia della tecnica originaria è stata riconosciuta dal Ministero della Sanità giapponese nel 1964 e classificata come terapia.

Oggi anche il Ministero della Sanità svizzero e di alcuni altri paesi come Olanda, Catalogna e Austria, si sono allineati a quello giapponese, riconoscendo lo Shiatsu.

L’efficacia dello Shiatsu, in particolare del metodo Namikoshi, è ormai nota in tutto il mondo.

Nonostante ci sia ancora scetticismo, anche se sempre meno, divulgare notizie e informazioni sulla disciplina è sempre una cosa utile.

Mi occupo di Shiatsu da più di 20 anni, sia come operatrice che come insegnante.

Faccio parte della vecchia guardia, avendo sperimentato in prima persona i benefici del trattamento.

Ho lavorato per molti anni su una vastissima tipologia di utenza, come atleti, contorsionisti, paraplegici e con persone che soffrono di mal di schiena.

Ho insegnato Shiatsu a decine di operatori, nel rispetto della situazione tutta italiana, che per riconoscere l’efficacia di un trattamento non codificato ufficialmente, occorrono decenni.

Ora con la legge 4/2013 alcune tipologie di trattamenti possono seguire l’iter del riconoscimento, anche se lungo e burocratico.

Quello che mi preme diffondere è l’efficacia del trattamento tra i professionisti del settore medico e psicoterapeutico.

Perché credo che la collaborazione con le figure mediche sia la strada giusta per aiutare le persone a comprendere il senso della malattia, permettendo loro di esplorare quegli aspetti sottili ed energetici, che riguardano ognuno di noi..

I medici e gli psicoterapeuti fanno un lavoro meraviglioso, aiutando migliaia di persone a guarire.

Ma credo anche che le due scienze ufficiali si sono specializzate sempre di più guardando al singolo organo, al cervello, al comportamento ed alla personalità, senza tenere conto dei corpi energetici e sottili, che caratterizzano ognuno di noi.

L’operatore Shiatsu per esempio, preme in maniera perpendicolare su particolari punti del corpo della persona che sta trattando.

massaggio shiatsu
Questi punti sono ben codificati e precisissimi, seguono le vie dell’energia che nutre ogni specifico organo e tessuto del nostro corpo fisico.

Sono vie invisibili, ma esistono e i nostri predecessori le conoscevano bene fin dalla notte dei tempi.

Tokujiro Namikoshi non ha fatto altro che riscoprire ciò che tutti noi sappiamo.

Perché le informazioni di cui il nostro DNA è portatore, non riguardano solo il codice genetico che informa sulle caratteristiche fisiche.

Caratteristiche fisiche come occhi azzurri, capelli neri, possibile tara genetica etc.

Il DNA è anche portatore anche di esperienze e informazioni che nei secoli e millenni passati, i nostri antenati si sono fatti carico e hanno potuto sperimentare.

Né Tokujiro Namikoshi né altri padri fondatori di tecniche di trattamento specifiche hanno inventato nulla.

Hanno avuto modo, per esigenze specifiche del momento, di “ricordare” qualcosa che tutti noi sappiamo, ma che non è possibile riportare alla coscienza senza uno specifico evento, a volte anche doloroso.

Eventi che risvegliano quella particolare informazione nascosta tra le pieghe del nostro DNA, protetta da una particolare proteina che rende quel segmento impermeabile.

Attraverso la divulgazione permettiamo a chi vuole, di imparare e in seguito, si risveglia in noi quello che già sappiamo.

Perché tutti possono avere la possibilità di ampliare, correggere e migliorare quello che imparano.

Lo Shiatsu favorisce il riequilibro psico fisico della persona

Lascia un commento