Il Portale degli Operatori Olistici

Medicina Quantistica, Naturopatia, Fiori Di Bach, Meditazione, Bowen, Arte Terapia, Psico Naturopatia, Autostima, Pedagogia e...

Rolfing, benefici e basi della tecnica di Ida Rolf

22 febbraio 2017

Rolfing, allineamento del corpo e benessere

Il Rolfing è un metodo di lavoro corporeo molto profondo nato negli Stati Uniti nella metà del secolo scorso, per opera della Dr.ssa Ida Rolf.

Dalla Dott. ssa Ida Rolf nasce infatti, il nome Rolfing.

Ida da osteopata e grande studiosa di tradizioni orientali, dopo anni di ricerche e studi sul corpo umano, sintetizza questo meraviglioso metodo da lei stessa chiamato Integrazione Strutturale.

rolfing
Integrazione strutturale sta ad indicare questa sua concezione della struttura corporea come un unico insieme di elementi, tutti interconnessi tra loro.

Integrare infatti significa rendere completo.

In questa visione, dalla quale nacque poi il Rolfing,  il corpo  viene considerato nella sua interezza, a prescindere da dove è localizzata la possibile disarmonia, come può essere ad esempio un mal di schiena, cervicale o articolare.

Questo perché, nella maggior parte dei casi, la zona del corpo dove vi è dolore non è il punto dove è nato questo dolore.

Ti porto un esempio, quando senti dolore a livello lombare, la tendenza è quella di concentrarti sulla zona interessata dal dolore.

Contatta Angelo Bigontina

Per risolvere il problema potresti andare a cercare un massaggiatore che ti lavora quell’area specifica del corpo.

Invece, attraverso il Rolfing e la sua visione di insieme, sappiamo benissimo che il dolore manifestato nella zona lombare, in realtà potrebbe essere stato generato da una compensazione o sistema di ripristino corporeo ben lontano dalla zona del malessere.

Ad esempio, potrebbe avere la tendenza a tenere la testa protesa in avanti e quindi fuori dal proprio asse corporeo naturale, come sempre più spesso si vede, soprattutto qui in occidente.

dolore cervicale
Questo disallineamento del capo genera dei carichi a livello lombare, che dopo anni possono portare a delle contratture o dolori proprio in quella zona.

Un altro esempio potrebbe essere quando ci sloghiamo una caviglia e per un periodo più o meno prolungato siamo costretti a camminare zoppicando.

Il corpo per compensare e mantenerci in equilibrio tende a far ruotare il bacino.

Successivamente, anche dopo aver ripreso appieno la mobilità della caviglia con una camminata che all’apparenza può sembrare corretta, è possibile che il bacino non ritorni più allineato come era prima della slogatura.

Se questo si protrae per molto tempo può essere la causa di quel dolore lombare.

Una volta che la zona lombare è contratta è opportuno aiutarla a sciogliersi.

Se però non vado a sistemare la vera causa, che negli esempi precedenti non si trova nel punto di manifestazione del dolore, ovviamente dopo qualche tempo il problema tornerà a ripresentarsi.

Ora è chiaro che quando vado a lavorare sulle persone con il Rolfing, il mio interesse è quello di allineare il più possibile tutta la struttura corporea.

rolfing
È quindi importante non trascurare nessuna parte del corpo.

Sono molteplici le variabili che possono andare a generare un dolore ed anche per un esperto del mestiere è difficile individuarle.

Per questo motivo con il Rolfing, vado a lavorare su tutti i compartimenti corporei, dai piedi alla testa, attraverso un percorso di dieci sedute.

Questo permette di andare a riallineare la struttura corporea.

Ora vediamo cosa intendo per allineare.

A differenza di altre metodologie, attraverso il Rolfing non mi occupo di postura, ma bensì di linea.

Ognuno di noi ha un corpo strutturato secondo delle caratteristiche uniche.

C’è chi è tarchiato, snello, alto, basso etc.

ida rolf
Indipendentemente dalla nostra struttura possiamo avere una linea corretta, mentre il concetto di postura come dice il termine stesso, cerca di impostare il corpo secondo un modello preordinato di perfezione, come ad esempio l’uomo Vitruviano.

La postura è un modello preconfezionato di come si dovrebbe stare in posizione eretta.

È anche soggetto alle mode e credenze di un determinato periodo storico, come per esempio anni fa quando si usava dire: “pancia in dentro, petto in fuori, testa in alto”.

Considerando invece la posizione eretta secondo un’idea di linea, attraverso il Rolfing riesco a rispettare tutte le tipologie di struttura corporea, senza chiuderle dentro un modello preordinato.

Perché la linea è sempre tale, indipendentemente dai modelli prestabiliti che impongono come deve disporsi un corpo nello spazio.

Basta pensare che la postura è il frutto di molteplici fattori, tra cui quello sociale.

Attraverso una buona lettura della postura si riesce a distinguere un milanese da un newyorkese solo da come camminano.

Oppure un familiare, in quanto tendiamo per imitazione ad assumere le posizioni corporee dei nostri genitori.

Una postura può essere anche legata all’inconscio di ciascuno di noi.

Ad esempio, una persona depressa tende a chiudersi in se stessa mentalmente e la postura del suo corpo è un riflesso.

depressione
E facile comprendere quindi, che a prescindere dalla struttura corporea e dalla postura, si può sempre ricercare un miglior allineamento del corpo rispetto alla forza di gravità, che come sappiamo è una costante universale.

Ida Rolf diceva una frase che meglio esprime questo concetto in maniera chiara, non solo nel Rolfing: “Quando il corpo è allineato e riesce a lavorare in modo appropriato, la forza di gravità può fluire attraverso di esso. Quindi spontaneamente, il corpo guarisce se stesso”.

Ogni mattina quando ci svegliamo abbiamo a disposizione un pacchetto energetico necessario a svolgere tutte le nostre attività durante la giornata, sia fisiologiche che relazionali.

Ovviamente, se non siamo ben allineati, una buona parte di questa energia viene utilizzata da tutta una serie di muscoli che normalmente stanno a riposo.

Questi muscoli si attivano per contrastare gli effetti della gravità.

La conseguenza è molto semplice, ci rimane meno energia per tutte le altre funzioni vitali, tra cui quelle immunitarie.

Ecco che quando tutto funziona in maniera appropriata e il corpo è ben allineato. avremo più energia, anche per guarire noi stessi.

Per comprendere quanto sia vero, amo riportare l’esempio della donna africana.

Nonostante porti sulla testa dei carichi anche pesanti, riesce grazie al suo stupendo portamento ed allineamento, a muoversi con eleganza senza conseguenze dannose per la sua colonna vertebrale.

Attraverso il Rolfing lavoro sull’allineamento del corpo, favorendo lo scioglimento delle rigidità

2 risposte a Rolfing, benefici e basi della tecnica di Ida Rolf

  • è interessantissimo grazie per averlo divulgato e portato a conoscenza di tutti <3

    • Grazie molte è un piacere poterne parlare e divulgarlo.
      Oltre che molto interessante è anche molto efficace ed è un grande strumento di consapevolezza personale.

Lascia un commento