Il Portale degli Operatori Olistici

Medicina Quantistica, Naturopatia, Fiori Di Bach, Meditazione, Bowen, Arte Terapia, Psico Naturopatia, Autostima, Pedagogia e...

Emisferi cerebrali: Neuro Psicofisiologia ed equilibrio interiore

28 giugno 2017

Emisferi cerebrali e Psicologia comportamentale

La Neuro Psicofisiologia (N.P.F.) proviene dalla Teoria integrata degli emisferi cerebrali di Michele Trimarchi del 1982.

Questa teoria integra i contributi provenienti dalle neuroscienze, circa la specializzazione dei due emisferi cerebrali con la psicologia cognitivo comportamentale.

emisferi cerebrali
Tra i due emisferi cerebrali, quello sinistro (E.S.), dove si sviluppano il linguaggio e la logica, è dominante nella maggioranza delle persone.

Elabora in modo veloce l’informazione, risponde in modo schematico con memorie e modelli, che difende.

Contatta Ciro Aurigemma

Cerca di prevalere e tende solo verso ciò che considera utile a sé.

L’emisfero destro (E.D.) elabora l’informazione in modo più lento ed obiettivo, aggiungendo tutto quello che di nuovo acquisisce, senza confrontarlo con le memorie.

Ma cercando un’armonia tra se stesso e l’ambiente e rispettando la verità oggettiva, cercando poi soluzioni creative, tramite l’intuizione, i sogni, le emozioni, il linguaggio non verbale.

Per la nostra salute è necessaria una sinergia tra i due emisferi cerebrali

Che spesso manca a causa di processi che per l’influsso dell’ambiente e dell’educazione, creano rinforzi, che tendono a far esprimere maggiormente un emisfero sull’altro.

Ciò che si percepisce con l’emisfero destro più oggettivo, dovrebbe essere tradotto in un linguaggio adatto e comunicato tramite l’emisfero sinistro, che ha il linguaggio verbale.

Questo spesso non accade in quanto la dominanza dell’emisfero sinistro produce degli automatismi non collegati alla percezione reale, ma dominati da condizionamenti e da modelli.

Il condizionamento è stato studiato molto ed applicato all’uomo si può estendere a tutti i comportamenti ripetitivi.

emisferi cerebrali
Se si uniscono due stimoli tra loro, uno significativo e uno no, ma concomitante e se questo viene ripetuto più volte con effetti gratificanti o negativi, quando si presenta il secondo stimolo, nel cervello si ha una risposta simile a quella dello stimolo fisiologico.

Invece la prevalenza dell’emisfero destro, che non utilizza una strategia logico razionale, ma opera attraverso l’uso di strategie diverse collegate alle emozioni, può creare difficoltà di adattamento all’ambiente sociale e di comunicazione con gli altri.

Un esempio potrebbero essere gli artisti.

La consulenza psicologica consente, con un intervento psico educazionale, quindi riabilitativo, di ripristinare un equilibrio.

Un equilibrio che fornisca una buona comunicazione e un’azione sinergica tra i due emisferi cerebrali, per l’espressione della coscienza, tramite un processo di autodeterminazione.

La parola assume il ruolo di “farmaco”, poiché lo scambio di informazioni è uno scambio energetico, vedi il paradigma scientifico E/M/I, cioè Energia = Materia = Informazione, di Michele Trimarchi. e Manzelli P., del 1985.

Concetto che amplia  il principio della Fisica di Einstein, considerando lo scambio di informazione come scambio energetico.

psicologia olistica
Questo è alla base della Fisica dell’informazione, materia che applica la Fisica ai processi di scambio di informazione.

Anche a livello dei 5 sensi, visti come vie di passaggio di energia da una forma all’altra.

Queste competenze consentono, dopo una approfondita anamnesi, di individuare le cause dei processi psichici e fisiologici in atto.

Di trovare collegamenti chiari tra i traumi e le problematiche attuali e di attuare un intervento riabilitativo psico educativo, che rispetti la fisiologia cerebrale, adeguandolo al livello culturale ed evolutivo della persona.

Si produce in tal modo, un potenziamento della percezione della realtà, in senso obiettivo ed oggettivo e quindi si possono operare valutazioni e decisioni più efficaci.

Attivando i lobi frontali del cervello, dove ha sede la progettualità, si ripristina un equilibrio che si traduce in benessere, calma, maggiore comunicazione tra gli emisferi cerebrali e quindi energia fisiologica, fiducia in se stessi e crescita personale.

Rispettando la dignità della persona la si stimola a far esprimere in sé quei valori universali e genetici dell’Io genetico.

Di dignità, come rispetto della vita in se stessi e negli altri, libertà interiore, senso di giustizia ed amore, prima verso se stessi e poi gradualmente verso gli altri, al di fuori di modelli rigidi e dogmatici.

Nasce e si sviluppa in tal modo l’Io cosciente dell’individuo, la Coscienza, che, basandosi su questi valori universali e fisiologici, consente gradualmente di controllare e superare ansie e condizionamenti.

Si può quindi comprendere, come sia importante un equilibrio fra i due emisferi cerebrali 

Lascia un commento