Il Portale degli Operatori Olistici

Medicina Quantistica, Naturopatia, Fiori Di Bach, Meditazione, Bowen, Arte Terapia, Psico Naturopatia, Autostima, Pedagogia e...

Consapevolezza Personale, sinergia fra Pedagogia e Costellazioni Familiari

18 febbraio 2017

In questi venti anni ho sempre cercato delle cose che mi permettessero di mettere in pratica la mia conoscenza affinché diventasse consapevolezza.

La conoscenza è sostanzialmente una fase teorica importante, che comunque rimane ferma.

La consapevolezza, per come io la intendo, è l’assimilazione della conoscenza che porta la persona in avanti.

Come si assimila?

Esistono migliaia di terapie o tecniche che possono portare la persona ad essere autonoma e raggiungere la consapevolezza.

Perché è importante destrutturare il condizionamento che ci intrappola e non ci permettere di essere chi siamo.

consapevolezza
 

Bene, io avevo la necessità di assimilare la mia conoscenza. Dopo la laurea e il master in pedagogia clinica avevo delle basi molto interessanti, soprattutto teoriche.

Rischiavo però di ristagnare con queste e di conseguenza anche i miei clienti, non pazienti dal momento che mi occupo di educazione.

Contatta la Dott.ssa Stefania Ricci

E non lo potevo permettere. Doveva esistere qualcosa in grado di muovere dentro di me ciò che avevo preso da fuori.

In effetti gli studi me lo facevano capire, tuttavia non riuscivo a diventare “vedente”. Tutto rimaneva in superficie.

Ero intrappolata nel mio dialogo interiore che era fortemente deviante. Finché arrivò il momento (1999) durante il quale mia sorella maggiore mi parlò dei Fiori di Bach e delle loro capacità vibrazionali.

fiori di bach
Vibrazioni che incidono sia sullo stato emozionale, che sintomatico.

Ciò è possibile dal momento che l’acqua ha capacità di assimilazione (capacità di memoria molecolare, cellulare) e rimanda la sua proprietà attraverso una veicolazione informativa a livello olistico.

Cosa significa olismo? Teoria biologica secondo la quale l’organismo deve essere studiato in quanto totalità organizzata e non in quanto semplice somma di parti (Dizionario Garzanti).

L’essere umano è composto da acqua; pertanto se si assume un’acqua informata, nella fattispecie intesa come acqua nella quale si mettono i fiori di Bach, essa veicola l’informazione attraverso delle frequenze e delle vibrazioni, che permettono all’informazione stessa di raggiungere quella parte del corpo dove si è creato un nodo energetico, sciogliendolo.

Quel nodo energetico rappresenta la manifestazione all’origine dei disagi emotivi, emozionali e sintomatologici.

Da questa scoperta delle capacità vibrazionali iniziò l’escalation verso la mia personale consapevolezza.

Cominciai a pensare alla necessità, per me e per i miei clienti, che oltre alla riflessione si doveva integrare il lavoro anche a livello corporeo.

Perché?

Perché il corpo mantiene le memorie cellulari in ogni parte interessata da un trauma

Fondamentale era diventato il proposito di stimolare l’energia in maniera del tutto naturale, per sciogliere nodi energetici, fisici e mentali. Perché noi siamo energia. Noi siamo consapevolezza.

Piano piano dal disordine, cominciavo ad entrare in un ordine.

Conobbi una psicoterapeuta che mi permise attraverso i suoi corsi, di approfondire la conoscenza dei fiori di Bach e di conoscere e studiare la Kinesiologia emozionale (studio del movimento muscolare).

kinesiologia
Una tecnica strepitosa!

Perché? Perché i muscoli sono dotati di cellule a fuso molto sensibili al movimento, pertanto la loro stimolazione invia input al cervello.

Il cervello è un registratore di ogni nostra esperienza e diventa il depositario di ogni trauma

Stimolando le cellule a fuso del muscolo si invia un input al cervello, che rimanda una risposta di riflesso muscolare.

È un processo attraverso il quale al soggetto non è più permesso boicottarsi.

Significa che la variazione muscolare, rafforzamento o indebolimento, è basata sul tono del muscolo che non è controllabile dalla volontà e risiede nel nostro cervello sottocorticale, cioè l’inconscio.

Tutte le funzioni vitali (pressione del sangue, respirazione, digestione, temperatura corporea, etc.) sono controllate e comandate dal cervello sottocorticale.

Quindi il nostro corpo funziona senza il nostro intervento cosciente, è così possibile provocare e ricevere risposte muscolari riflesse, bypassando la coscienza.

Il test kinesiologico diventa un indicatore per tutto ciò di cui necessita la persona.

Permette di fare una vera e propria indagine; si entra in contatto con le emozioni in modo cauto e dolce.

L’intento del test muscolare è di sciogliere la fusione creata tra l’evento e l’emozione corrispondente, che determina il comportamento.

Non fa differenza per il cervello e il corpo se qualcosa sia davvero accaduto oppure no

Ciò che noi sentiamo a proposito di tale fatto crea la realtà, il nostro modello del mondo.

L’emozione causa l’emissione di ormoni che mettono in moto una complessa risposta circolatoria, muscolare e lasciano un segno indelebile sulla memoria.

Il corpo e il cervello reagiscono nello stesso modo sia di fronte alle esperienze reali, che a quelle immaginarie

L’esperienza del passato è stata fissata e registrata dai neuroni attivati in quel preciso momento.

Ogni muscolo, nervo, tessuto che ha preso parte all’esperienza ne è stato influenzato e a suo modo ne conserverà il ricordo.

Ecco una citazione che può essere significativa per avvalorare quanto si è espresso in queste righe.

Wilder Penfield, neurochirurgo e famoso ricercatore delle funzioni cerebrali, è il portavoce di molti neurologi quando afferma che: “il ricordo di tutto ciò che abbiamo vissuto resta nel Sistema Nervoso Centrale. Niente viene scordato”.

Wilder Penfield
E’ possibile sciogliere tutte le problematiche attuali e pregresse che non risolte, si sono fuse inconsapevolmente con gli attuali comportamenti.

Si accede alla consapevolezza attraverso un percorso a ritroso: dal fisico allo psichico.

Un procedimento complesso che ha dato e dà soddisfacenti risultati alle persone.

Un altro metodo efficace che applico nel lavoro è il metodo di “luci White e Biorisonanza olografica”, realizzato da un ingegnere appassionato allo studio della fisica quantistica, Alberto Tedeschi.

È un metodo che si esplica attraverso delle luci o piastrine di plastica informate da campi elettromagnetici, secondo un particolare processo.

Questi campi elettromagnetici rilasciano delle frequenze che sciolgono i ristagni corporei e mentali.

Tale rilascio avviene attraverso l’assunzione per bocca di acqua informata dai campi elettromagnetici o attraverso l’applicazione di piastrine o luci, direttamente sul corpo.

Costellazioni Familiari

La continua ricerca mi ha portato a scoprire più di un decennio fa le Costellazioni Familiari, una metodologia che lavora in maniera sinergica con la Pedagogia.

Le Costellazioni Familiari sono la linea generazionale familiare di cui noi siamo l’espressione ultima.

Le Costellazioni Familiari favoriscono l’osservazione di noi stessi e l’introspezione creativa, favorendo l’abbandono del giudizio, permettendoci di vedere la realtà oggettiva per quella che è.

Aiutano a portare alla luce, in maniera dolce, delle energie antiche appartenenti ai nostri antenati che rimangono impresse nel nostro patrimonio biologico e animico.

La consapevolezza generazionale, supportata dalla praticità e dalla efficacia delle Costellazioni Familiari, permette di lasciar andare la critica ed il pregiudizio, liberandoci dai pesi energetici, che come conseguenza della presa di consapevolezza non ci appartengono più.

Insieme alla Pedagogia, la scienza umana che si occupa dell’educazione e formazione del bambino, della famiglia e dell’identità del singolo individuo, le Costellazioni Familiari prendono in considerazione tutto il sistema generazionale.

Favorendo un lavoro di crescita, educazione e formazione completa che si riflette, con i suoi benefici, sull’ambiente personale, familiare e professionale.

Le vie per la tua consapevolezza personale sono molteplici, soggettive e tutte rispettabili

4 risposte a Consapevolezza Personale, sinergia fra Pedagogia e Costellazioni Familiari

  • Dottoressa, lei tratta anche i bambini??? sono interessata a approfondire perché in un corso ho sentito parlare della Pedagogia ma non ho capito bene, lei invece spiega bene. Posso parlare con lei?

  • buona sera, conosco le costellazioni familiari, trovo che sia una metodologia unica nel suo genere, attenta osservatrice delle dinamiche familiari che scioglie e fa emergere tutto quell’amore che nelle famiglie, se bloccato fa ammalare! Grazie

  • Un nuovo modo per interagire veramente tra adulti e bambini e per superare disagi e incomprensioni. Grazie dottoressa

  • Ho avuto la fortuna di partecipare alle costellazioni familiari guidate dalla dottoressa Ricci con grande maestria, sicurezza, decisione e dolcezza, mettendosi con spirito di servizio e senza giudizio e senza aspettative al servizio dei partecipanti e quindi della vita
    Ho condiviso anche altre esperienze come la kinesiologia e come fresco insegnante di yoga non posso che condividere la connessione tra corpo mente ed emozioni , tornare a passare dal corpo per sbloccare le emozioni cristallizzato.
    Una professionista che si muove a 360 gradi per innescare la medicina più efficace Dell autoguarigione.
    Nel mio percorso di cambiamento considero fondamentale l incontro con la dottoressa ricci che mi ha aiutato a liberarmi da quegli schemi e modelli mentali che ci imprigionano in una eterna ripetizione del personaggio che siamo abituati a incarnare e che il mondo è abituato a vedere.
    Ma quello che apprezzo di più è il suo grande amore per la vita.
    grazie

Lascia un commento