Il Portale degli Operatori Olistici

Medicina Quantistica, Naturopatia, Fiori Di Bach, Meditazione, Bowen, Arte Terapia, Psico Naturopatia, Autostima, Pedagogia e...

Luce del sole, tutti i benefici della terapia solare

19 luglio 2017

Come e quando esporsi alla luce del sole

La luce del sole è la sorgente primaria di energia per tutte le specie viventi ed influenza positivamente tutto il ritmo biologico.

La giusta esposizione alla luce del sole è importantissima per la sintesi della vitamina D.

Quindi anche per la salvaguardia del sistema scheletrico dell’organismo.

Inoltre la luce del sole può aiutare in diversi aspetti dell’essere umano.

luce del sole
Può migliorare la tolleranza allo stress ed il rendimento fisico, influire positivamente sulla crescita e lo sviluppo, ridurre il colesterolo nel sangue, aumentare il funzionamento del sistema immunitario, stimolare la produzione di ormoni con dei benefici anche sul ciclo mestruale.

Può attivare la ghiandola pineale (centro di regolazione endocrino), incrementare il livello di progesterone nelle donne e di testosterone negli uomini, apportare un miglioramento delle forme reumatiche, aumentare la capacità di trasportare ossigeno nel sangue.

Regolare il sistema neurovegetativo, ristabilire l’alcalinità del sangue, riequilibrare lo stato emotivo, avere un effetto germicida prevenendo le malattie infettive, accelerare i processi di recupero, migliorare il rendimento mentale.

Contatta Lia Veneziani

Inoltre può aiutare il ripristino dei ritmi circadiani di sonno veglia (Jet Lag), rassodare e rendere più elastica l’epidermide portando beneficio alle problematiche cutanee, facilitare la fertilità e le capacità riproduttive, aiutare a ridurre il consumo e la dipendenza da droghe ed alcool.

Il problema quindi non è la luce del sole, come molti vorrebbero farci credere.

Il problema è l’essersi così allontanati dalla Natura, facendo un uso uso spropositato di una vecchia illuminazione artificiale non salutare come le lampade al neon, che ci ha portato a non reggere più ciò che per noi è vitale.

Perché la luce del sole non è nemmeno paragonabile alla luce artificiale.

L’aumento recente  di radiazione della luce del sole (dal 1980), che segue una evoluzione naturale della nostra galassia, di cui noi siamo parte, ha uno scopo importante di risveglio, benessere ed evoluzione anche per noi.

Come possiamo esporci alla luce del sole senza danni?

La saggezza antica è regolata dall’equilibrio.

Esporsi alla luce del sole molto gradualmente, astenendoci nelle ore centrali delle torride giornate estive, avendo cura di idratare e proteggere la pelle con creme naturali con filtri solari naturali.

Consumando abbondante frutta e verdura, inserendo alimenti di color arancione come insegna la Cromoterapia, vitamina C naturale (da acerola, rosa canina o camu camu…), olio d’oliva e cereali integrali.

Ascolta le tue esigenze, rispettale e usa un cappello se la luce del sole è forte. I raggi solari arrivano comunque fino al viso, ma in maniera più delicata.

Se non trovi una crema protettiva veramente naturale, puoi ricorrere a un mix di oli protettivi idratanti veramente naturali e di qualità, come olio di avocado, olio di germe di grano, burro di Karité, olio di jojoba, etc.

luce solare
L’olio di sesamo è in grado di bloccare il 30% dei raggi ultra violetti della luce del sole, mentre gli oli di oliva, di cocco e di arachidi arrivano al 20%.

Si possono mischiare con polvere di legno di sandalo e polvere di zinco, nella propria crema naturale da giorno.

Dopo l’esposizione alla luce del sole, applicare gel di aloe (olio di cocco e di sesamo in caso di scottature).

E’ sufficiente esporsi alla luce del sole per 20 minuti al giorno in maniera costante, anche solo nell’avambraccio se non puoi toglierti i vestiti.

L’esposizione al sole è efficace anche nei giorni invernali, ad esempio dopo pranzo.

Se abiti in città, basta anche una passeggiata nel parco per godere dei benefici della luce del sole.

Sempre in inverno, se fa troppo freddo puoi scegliere una stanza per la tua pausa pranzo dove entra la luce del sole, anche se poca.

Se fai un lavoro da scrivania, mettila vicino ad una finestra se ti è possibile, per poter guardare ogni tanto fuori e permettere che la luce del sole possa raggiungere gli occhi.

Una ora di luce del sole d’inverno ha lo stesso effetto di 2 ore e mezza di luce artificiale di Light Terapy

Il sole è essenziale per la vitamina D, che a sua volta è essenziale per l’essere umano.

La carenza di vitamina D potrebbe essere spesso causa di diversi disturbi e problemi.

Alcuni sostengono che anche la depressione invernale o SAD, disturbo affettivo stagionale, potrebbe essere causata dalla mancanza di corretto apporto di luce del sole, che non permette la sufficiente produzione di serotonina nel cervello.

Luce del sole
I sintomi sono sonnolenza, calo dell’energia e della libido, stanchezza, difficoltà a concentrarsi, maggior appetito, con conseguente facilità a metter su peso, tristezza.

Dato che in inverno, l’esposizione alla luce del sole invernale è più difficile, oltre a fare esercizio fisico regolare che aiuta sempre, le lampade a spettro totale possono essere molto utili.

Queste lampade a spettro totale (possono anche aiutare a migliorare la vista col metodo Bates) simulano la luce dell’alba e del tramonto e possono essere efficaci nel periodo invernale.

Alcune di queste lampade a spettro totale, possono essere montate su una comune lampada da scrivania.

Altre sono più sofisticate e possono essere collegate alla radiosveglia, si possono impostare e controllare attraverso smartphone o computer.

L’ideale è accendere la luce simulatrice dell’alba 1 ora prima di alzarsi dal letto.

Il dispositivo deve emanare una intensità luminosa di minimo 2.500 lumen (unità di misura del flusso luminoso) e di 10.000 lux (l’unità di misura dell’illuminamento). Meglio con una grande superficie luminosa.

Se la usi di pomeriggio, deve avere un filtro per i raggi ultra violetti, altrimenti rischia di tenerti sveglio la sera.

Alcune lampade per terapia sono costose e possono essere coperte dall’assicurazione sanitaria.

Il momento migliore per fare Light Terapy sarebbe al mattino, circa 1 ora dopo il risveglio, per 20-30 minuti, fino a 2 ore (per aumentare le ore di luce della giornata).

L’apparecchiatura va messa ad una distanza da circa 50 cm a 1m dal corpo, puoi stare con gli occhi aperti, ovviamente senza osservare direttamente la fonte di luce.

La mattina è meglio usare lampadine con tonalità fredde ed una componente maggiore di colore blu, che ha un effetto stimolante.

Mentre il tardo pomeriggio e la sera è preferibile usare lampade con tonalità calde.

E’ possibile avvertire un miglioramento già in 2 settimane.

La Light Terapy può essere efficace nella maggior parte dei casi di SAD e può essere iniziata a titolo preventivo, anche prima che inizi l’inverno. Oppure ai primi sintomi di depressione.

Ovvio che queste lampade ed i loro benefici non devono essere visti come un farmaco, quindi anche senza la presenza di sintomi o disturbi, possono essere tranquillamente utilizzate.

La luce del sole è la fonte energetica primaria, che accompagna l’essere umano dalla sua nascita

Lascia un commento